Percorso: A Sevror e Merlino

Tempo di percorrenza 2.30 ore circa.

 Uscendo dall’abitato di Praso si volge lo sguardo verso nord-est trovandovi le cime del gruppo Brenta e sulla destra la cima Cadria con la piana del Carriola. Proseguendo sul tragitto lungo la strada asfaltata si giunge a Sevròr, silente frazione di Praso la cui chiesetta, risalente al 1530, si erge sotto la strada. Ci si arrampica poi lungo una stradina ripida che porta alla località “el Castel” e da qui si prosegue passando al di sopra dell’abitato di Praso; da qui si può godere di un ampio panorama su tutta la conca della Pieve di Bono. Camminando nel bosco si arriva alla località Pasture. Il sentiero, attraverso una suggestiva scalinata di legno giunge al Rio Filòs oltrepassato il quale si va verso Terra Morta. Percorse poche centinaia di metri sulla strada asfaltata, si torna in direzione di Daone. Qui si oltrepassa un bosco giungendo alla località Merlino, sopra l’abitato, per poi scendere lungo una ripida discesa fra le abitazioni di Daone.

Tipologia di luogo
Sentieri e itinerari
Collocazione geografica

Come arrivare

Martedì, 16 Dicembre 2014 - Ultima modifica: Martedì, 19 Luglio 2016