Morte

Che cosa devo fare in caso di decesso di un familiare?

  • Decessi presso abitazioni private: I familiari devono richiedere l’intervento del medico curante o, in caso di decesso durante le ore notturne, la guardia medica attraverso il numero unico per le emergenze 112 per l’accertamento delle cause di morte e la redazione dell’apposito certificato. Dovrà quindi essere contattata l’impresa di pompe funebri che si occuperà del trasporto della salma  all’interno o fuori comune (se richiesto). Entro le 24 ore dalla morte deve essere comunicato il decesso all’Ufficiale di Stato Civile del comune in cui è avvenuto presentando certificato necroscopico e la scheda ISTAT.  Si dovrà inoltre contattare il Comune prescelto per la sepoltura  (se diverso dal Comune di morte), per il disbrigo delle relative pratiche.
  • Decessi presso ospedali, Case di cura private, Case di riposo: la struttura sanitaria provvede a trasmettere la dichiarazione di morte all'Ufficiale di Stato Civile del Comune in cui è avvenuto il decesso, sempre entro il termine delle 24 ore, e a rilasciare l'eventuale certificato di morte. I familiari dovranno contattare l'impresa di pompe funebri per l'eventuale trasporto e il Comune prescelto per la sepoltura per il disbrigo delle relative pratiche.
  • Decessi fuori dal Comune per i quali è richiesta la sepoltura nel cimitero del Comune di Valdaone: l’ufficio competente del Comune ove è avvenuto il decesso predispone i documenti necessari per il trasporto o l’eventuale cremazione della salma. I familiari devono comunque recarsi presso l’ufficio servizi demografici del Comune di Valdaone per il disbrigo delle pratiche relative alla sepoltura.
  • Decessi avvenuti per cause violente: In caso di morte violenta, di morte improvvisa in strada o in altri luoghi pubblici, o in caso di persone che vivono sole è necessario chiamare il 112 che, dopo gli accertamenti, darà disposizioni per la rimozione della salma.

Mercoledì, 26 Luglio 2017