Raccolta funghi

Disciplina della raccolta funghi nei Comuni di Valdaone, Pieve di Bono-Prezzo e A.S.U.C. di Agrone, Strada, Cologna e Por.

La L.P. 11/07 e il D.P.G.P. dd. 26/10/2009, disciplinano la raccolta al fine di conservare agli ecosistemi vegetali i benefici derivanti dalla presenza dei funghi, ed evitare gli effetti negativi di un eccessivo ed indiscriminato calpestio del sottobosco, cercando così di tutelare l’ambiente di diffusione delle specie fungine.

Regole di comportamento

-       Non si possono raccogliere più di 2 Kg al giorno per persona di età superiore ai 10 anni;

-       il limite massimo ammesso non si applica qualora il singolo esemplare, non in aggiunta di altri, ecceda predetto limite;

-       i minori di anni 10 possono esercitare la raccolta se accompagnati da familiari in possesso di permesso, fermo restando al limite di 2Kg;

-       è obbligatorio pulire sommariamente i funghi sul posto di raccolta e trasportarli solo con contenitore rigido e forato (cestino);

-       E’ vietato danneggiare o distruggere i funghi sul terreno (anche quelli velenosi) e usare rastrelli, uncini o altro che possa ledere lo strato umifero;

-       la raccolta dei funghi è possibile solo durante il giorno ed è vietata dalle ore 19 fino alle ore 7;

-       nel territorio del Parco Adamello-Brenta la raccolta dei funghi è consentita SOLO ai residenti in un comune della Provincia di Trento

-       oltre a queste regole comuni, la legge stabilisce (art. 3) che tutti coloro che non risiedono nella Provincia di Trento per raccogliere funghi devono effettuare apposita DENUNCIA DI RACCOLTA FUNGHI accompagnata dal pagamento di una determinata somma commisurata al periodo di raccolta dei funghi.

 

Tariffe per l’anno 2017

Le somme da pagare sono state determinate ai sensi dell’art. 13 del D.P.P. 26/10/2009 n. 23-25/Leg e art. 28 della LP 23.05.2007 n. 11:

            Permesso per 1 giorno                       € 10,00

            Permesso per 3 giorni (consecutivi)   € 18,00

            Permesso per 1 settimana                  € 25,00

            Permesso per 2 settimane                  € 40,00

            Permesso per 1 mese                         € 60,00

            Permesso per 90 giorni                      € 100,00 (novità 2017)

            Permesso per 180 giorni                    € 180,00 (novità 2017)

NB: I titolari di denuncia per la raccolta dei funghi per 1 mese/90 giorni/180 giorni hanno diritto a richiedere l'autorizzazione al transito sulle strade forestali di tipo B, nel numero massimo rispettivamente di n. 2/3/5 permessi giornalieri. Si precisa che ciascun permesso "verde" sconta l'imposta di bollo di euro 16,00. 

 

Esenzioni

L’art. 28 comma 3 della LP 23.05.2007 n. 11 stabilisce che sono esentati dalla presentazione della denuncia di raccolta e dal pagamento della relativa somma:

-       i residenti in uno dei comuni della Provincia di Trento,

-       i nati in uno dei comuni della Provincia di Trento,

-       i cittadini iscritti all’anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE) dei comuni della Provincia di Trento,

-       i proprietari o i possessori di boschi ricadenti in territorio provinciale, anche se non residenti in un Comune della Provincia di Trento, nell’ambito del territorio di loro proprietà,

-       coloro che godono di diritto di uso civico, anche se non residenti in un comune della Provincia di Trento, nell’ambito del territorio gravato da tale diritto.

Come effettuare il pagamento e la denuncia di inizio attività

La denuncia di inizio attività per la raccolta funghi può essere effettuata:

  • mediante versamento con bollettino di conto corrente postale sul conto corrente n. 1025282144 intestato a COMUNE DI VALDAONE indicando nella causale “Denuncia raccolta funghi dal____ al_____”;
  • mediante bonifico bancario sul conto corrente bancario intestato al Comune di Valdaone codice IBAN: IT 23 S 03599 01800 000000136163 indicando nella causale “Denuncia raccolta funghi dal____ al_____”;
  • presso gli uffici comunali durante l’orario di apertura al pubblico:

DAONE:

LUNEDI’-MERCOLEDI’ 8.30-12.30          

GIOVEDI’                    8.30-12.30            14.00-17.00

VENERDI’                   8.30-12.00          

PRASO:

MERCOLEDI’               8.30-12.30          

BERSONE:

MARTEDI’                8.00-12.00          

  • presso gli INFOPOINT siti a Praso, in Valle di Daone località Nudole e località Bissina (c/o parcheggio) con il seguente calendario: LUGLIO sabato e domenica, dal 1 AGOSTO al 3 SETTEMBRE tutti i giorni, sabato 9 e domenica 10 SETTEMBRE, e con i seguenti orari: a Praso dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30, a Nudole e a Bissina dalle 8.00 alle 17.00;
  • presso l’Ufficio Turistico Valle del Chiese fraz. Cologna Pieve di Bono-Prezzo con il seguente orario: dal LUNEDI’ al SABATO 8.00-12 e 15.00-18.00;
  • presso  i  seguenti  operatori  convenzionati:  Albergo La Valle (Daone),  Albergo San  Sebastian (Bersone), Albergo Ristorante Da Bianca (loc. Vermongoi Val Daone), Albergo Ristorante La Paia (loc. Vermongoi Val Daone), Bar Centro (Daone) e Ristorante Boazzo (loc. Boazzo Val Daone), Bar Posta (Pieve di Bono-Prezzo), Bar Borel (Pieve di Bono-Prezzo), La Botega da Strada (Pieve di Bono-Prezzo).

L’attestazione di versamento deve essere portata con sé durante la raccolta dei funghi assieme ad un valido documento di riconoscimento.

Ambito territoriale di validità del permesso

Allo scopo di disciplinare in modo coordinato e uniforme la gestione finanziaria e amministrativa della raccolta funghi, così come regolata dall’art. 28 della L.P. 23.05.2007, n. 11 e dal regolamento di attuazione approvato con D.P.P. 26.10.2009, n. 23-25/Leg, tra i Comuni di Valdaone ( ex Comuni di Daone, Bersone, Praso), Pieve di Bono-Prezzo (A.S.U.C. di Creto) e le A.S.U.C. di Agrone, Cologna, Por e Strada è stata stipulata apposita convenzione in considerazione della contiguità geografica degli enti aderenti e della loro omogeneità territoriale ed ambientale.

 

Vigilanza

Sono incaricati dell’osservanza delle disposizioni per la raccolta funghi gli organi di polizia forestale, i custodi forestali, gli organi di polizia locale e gli organi di pubblica sicurezza.

Mercoledì, 28 Giugno 2017