Cartina di Valdaone

Scopri di più la Valle di Daone osservando la cartina.

Scarica il Pdf 

Cartina 825,35 kB

Valle di Daone - Trentino

 

Paesaggi naturali

Imponente solco glaciale, la Valle di Daone è profondamente scavata dal fiume Chiese che, dalla sua sorgente ai piedi dell’Adamello, scorre fino alla conca di Pieve di Bono per poi gettarsi nelle limpide acque del lago d’Idro.

Porta meridionale del Parco Naturale Adamello Brenta, la valle conserva l’aspetto selvaggio di una vallata alpina ingentilito però da verdi spianate e sparsi fienili dalla tipica architettura rurale. Le valli laterali offrono scorci di straordinaria bellezza.

Nella sua parte superiore la valle prende il nome di Valle di Fumo, affascinante luogo d’alta montagna, dal caratteristico profilo a U. In questo giardino d’alta quota il fiume Chiese scorre tranquillo scivolando fra rododendri e alberi di pino cembro. Tutt’attorno imponenti montagne si ergono superbamente offrendo uno spettacolo unico e la possibilità di numerose escursioni.

Poco prima di Bissina si trova la piana di Nudole, un’oasi di pace dove passeggiare, cavalcare, o sopirsi sulle rive del limpido laghetto. Sarà presto allestito un sentiero per diversamente abili, per scoprire la natura in tranquillità e sicurezza.

 

Paesaggi elettrici

L’acqua dona a questa valle la sua bellezza e la sua ricchezza.

Ruscelli e torrenti corrono spumeggianti lungo i suoi fianchi e si gettano vorticosi nel fiume Chiese. Numerosi laghetti alpini, piccole perle blu cobalto, impreziosiscono il territorio. Gli spruzzi delle magnifiche cascate rompono il silenzio dei boschi.

La ricchezza d’acqua ha portato, negli anni Cinquanta del secolo scorso, alla realizzazione di un complesso di centrali e dighe: a 1.800 metri di quota si trova la diga di Malga Bissina, con il suo bacino di 60 milioni di metri cubi d’acqua che alimenta la centrale in roccia di Malga Boazzo. L’acqua del bacino artificiale di Boazzo, assieme a quella portata dal laghetto di Ponte Morandino, fa funzionare la centrale di Cimego. 

Storia

Abitata fin da tempi remoti, la Valle di Daone conserva ancora oggi i segni di un antico passato, come quelli della Grane Guerra che ha lasciato le sue indelebili tracce. La Valle di Fumo era territorio austro-ungarico mentre gli italiani, a copertura del versante occidentale, si trovavano nei pressi del Passo Campo, sulle creste del Re di Castello. Il paese di Daone, come quasi tutti i paesi limitrofi, fu devastato dai bombardamenti e la popolazione venne evacuata.

Curiosità…

Tre diverse specie racchiudono nel loro nome un riferimento a Daone: un fossile, la Daonella; un fiore, la primula daonensis e perfino un fungo: il lyophillum daonese.

Scarica il Pdf 

Cartina 825,35 kB

Consulta il sito http://www.valdaonexperience.it/  per scoprire itinerari e tante altre informazioni a riguardo della Valle di Daone.

Domenica, 04 Giugno 2017 - Ultima modifica: Giovedì, 21 Marzo 2019

Questionario di valutazione

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam