Iscrizione anagrafica dall'estero per cittadini extracomunitari.

La procedura per i cittadini stranieri provenienti dall’estero o da altro Comune italiano

Obbligo di iscrizione

Tutti i cittadini stranieri non appartenenti all’Unione europea con regolare permesso di soggiorno hanno l’obbligo di richiedere l’iscrizione anagrafica.

L’iscrizione anagrafica non è necessaria per il personale diplomatico e consolare.

L'Ufficiale d'Anagrafe effettua le iscrizioni nei due giorni lavorativi successivi alla presentazione della dichiarazione e provvede successivamente ad accertare la sussistenza dei requisiti previsti.

Gli effetti giuridici delle iscrizioni anagrafiche decorrono dalla data di presentazione della dichiarazione.

In caso di dichiarazioni mendaci sarà informata l’autorità giudiziaria. Chi dichiara il falso a un pubblico ufficiale va incontro alla decadenza dai benefici e a sanzioni penali.

In caso di esiti negativi degli accertamenti, l'Ufficio Anagrafe comunica l’interruzione del procedimento. L'interessato potrà riaprire la pratica presentando memorie o documenti utili alla sua conclusione.

 

Requisiti per l’iscrizione

I cittadini provenienti dai Paesi non aderenti all’Unione Europea devono compilare il modulo d’iscrizione e presentare:

1. Passaporto valido;

2. Permesso o carta di soggiorno in corso di validità;

3. Nell’ipotesi di permesso di soggiorno scaduto, ricevuta attestante l’avvenuta presentazione della richiesta di rinnovo ( la suddetta domanda deve essere stata presentata prima della scadenza del permesso di soggiorno o entro sessanta giorni dalla scadenza dello stesso), unitamente al permesso di soggiorno scaduto;

4. Dichiarazione di accettazione al domicilio se la nuova iscrizione anagrafica viene dichiarata in un appartamento dove già sono residenti altre persone, allegando la fotocopia del documento d’identità della persona che sottoscrive la dichiarazione.

5. Codice fiscale;

6. Eventuali atti di nascita- matrimonio-divorzio, rilasciati dalla competente autorità dello Stato estero, corredati di traduzione in lingua italiana autenticata dall’autorità consolare italiana che ne attesta la conformità all’originale ( come previsto dall’art.2 DPR394/1999 e dall’art.2 del DPR 334/2004);

In aggiunta ai documenti elencati sopra, i cittadini stranieri provenienti da altro Comune italiano dovranno presentare anche il modulo per l’aggiornamento della patente di guida italiana e della carta di circolazione dei veicoli di cui sono titolari.

 

Per l’iscrizione anagrafica, coloro che hanno chiesto il permesso di soggiorno ma non lo hanno ancora ricevuto, dovranno presentare:

- Soggiorno per motivi di lavoro (circolare Ministero dell’Interno 20 febbraio 2007):

1. Passaporto valido;

2. Ricevuta della richiesta di permesso di soggiorno

3. Nulla osta dello sportello unico per l’immigrazione;

4. Contratto di soggiorno stipulato presso lo sportello unico per l’immigrazione;

5. se la nuova iscrizione anagrafica viene dichiarata in un appartamento dove già sono residenti altre persone occorre o la dichiarazione di accettazione al domicilio, allegando la fotocopia del documento d’identità della persona che sottoscrive la dichiarazione oppure la presenza dell’intestatario scheda anagrafica munito di documento di identità valido;

6. Codice fiscale del richiedente e degli eventuali familiari;

7. Eventuali atti di nascita- matrimonio-divorzio, rilasciati dalla competente autorità dello Stato estero, corredati di traduzione in lingua italiana autenticata dall’autorità consolare italiana che ne attesta la conformità all’originale ( come previsto dall’art.2 DPR 394/1999 e dall’art.2 del DPR 334/2004);

- Soggiorno per ricongiungimento familiare (circolare Ministero dell’Interno 43/ 2007):

1. Passaporto valido;

2. Visto d’ingresso per ricongiungimento;

3. Ricevuta della richiesta di permesso di soggiorno;

4. Nulla osta della Questura o dello Sportello unico per l’immigrazione al ricongiungimento;

5. Presenza dell’intestatario scheda anagrafica in caso di coabitazione munito di documento di identità valido

6. Eventuali atti di nascita- matrimonio-divorzio, rilasciati dalla competente autorità dello Stato estero, corredati di traduzione in lingua italiana autenticata dall’autorità consolare italiana che ne attesta la conformità all’originale ( come previsto dall’art.2 DPR 394/1999 e dall’art.2 del DPR 334/2004);

Incompletezza dei dati

In caso di incompletezza dei dati sul documento di identità è necessario presentare una dichiarazione consolare con i dati anagrafici completi, rilasciata dal proprio Consolato o Ambasciata. La dichiarazione dovrà essere legalizzata dal Commissariato del Governo di Trento, a meno che il Paese di provenienza non sia esente dall’obbligo di legalizzazione in base alla Convenzione dell’Aja del 1961.

 

Vincoli di parentela

Per registrare i vincoli di parentela tra componenti del nucleo famigliare o comunicare una variazione di dati anagrafici (es. registrare il matrimonio avvenuto all'estero) è necessario produrre documentazione originale del paese di provenienza, tradotta e legalizzata dal Consolato Italiano competente per territorio, oppure una dichiarazione consolare rilasciata dal proprio Consolato o Ambasciata, legalizzata dal Commissariato del Governo di Trento (per l'elenco dei paesi esenti da legalizzazione occorre fare riferimento alla Conv. Aja 1961).

 

Occupazione abusiva

Chi occupa abusivamente un immobile non può chiedere la residenza né l’allacciamento a pubblici servizi. Gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge.

Obbligo di rinnovo della dichiarazione di dimora abituale

I cittadini extracomunitari quando ottengono il rinnovo del permesso di soggiorno, entro 60 giorni devono rinnovare all’ufficiale di Anagrafe la dichiarazione di dimora abituale in Valdaone, presentandosi personalmente agli sportelli ( art.7 comma 3 DPR 223/89). La mancata dichiarazione comporta, trascorso un anno dalla scadenza del permesso di soggiorno, previo avviso da parte dell’ufficio a provvedere nei successivi 30 giorni, la cancellazione dall’anagrafe della popolazione residente (art. 11 DPR 223/1989 ).

Come inoltrare la richiesta di iscrizione all’anagrafe

La richiesta di iscrizione anagrafica può  essere inviata:

-       via email all’indirizzo: comune@pec.comune.valdaone.tn.it

L'inoltro per via telematica è consentito seguendo una delle seguenti modalità:

-           acquisizione mediante scanner della copia della dichiarazione recante la firma autografa e della copia del documento d'identità del richiedente e trasmissione tramite casella di posta elettronica semplice

-           trasmissione della dichiarazione attraverso la casella di posta elettronica certificata (PEC) intestata al richiedente

-           sottoscrizione della dichiarazione con firma digitale e invio tramite casella di posta elettronica semplice o PEC

-           via fax al n. 0465 674957

-           via posta raccomandata a: Comune Valdaone – Via Lunga nr.13 – 38091 VALDAONE (TN)

-           presentandosi personalmente nella sede municipale di Valdaone.

 

Riferimenti normativi

Convenzione dell’Aja, 1961

D.P.R. 223/89

D.L. 28.03.2014, n. 47 “Misure urgenti per emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per Expo 2015”, pubblicato sulla G.U. in data 28.03.2014 ed entrato in vigore il 29.03.2014, articolo 5 “Lotta all’occupazione abusiva”

 

Per Informazioni

E-mail: anagrafe@comune.valdaone.tn.it

Telefono: 0465 674064

Responsabile: Marascalchi Antonia

Mercoledì, 21 Giugno 2017

Questionario di valutazione

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam